Presentazione

 

immagine_titolo
UNA RETE DI IMPRESE DOC PER RILANCIARE LA BRIANZA E AGEVOLARE I FLUSSI TURISTICI
Il CTB Consorzio Turistico delle Brianze si presenta e lancia BRIANZAPIU’
il nuovo portale delle eccellenze… verso Expo 2015

A dieci anni esatti dal riconoscimento del ruolo strategico del turismo per lo sviluppo economico, culturale e sociale della Regione Lombardia (legge nr.8 del 14/04/04) viene rilanciata l’idea di una rete di operatori per agevolare i flussi turistici sul territorio delle tre Brianze (MB,LC,CO).

La legge nr. 8, in attuazione dell’articolo 117 della Costituzione, nel rispetto del principio di sussidiarietà e con lo strumento del partenariato, puntava a favorire la crescita competitiva di tutto il sistema lombardo, dando slancio ai Sistemi Turistici Locali. La Regione ribadì anche il ruolo delle imprese, con particolare attenzione a quelle le piccole e medie, sostenendo prioritariamente le attività e i servizi rivolti allo sviluppo turistico del territorio. La normativa stimolò le aggregazioni consortili locali, incentivandone di fatto la nascita.

Su queste basi, nel luglio del 2005, nacque a Monza il primo Consorzio Turistico delle Brianze che operava nell’ambito della locale Fiera e si prefiggeva un modello organizzativo a sistema turistico locale (STL), ovvero cercando un’unità di lettura turistica e un’offerta integrata di beni ambientali, culturali e turistici, partendo dalle eccellenze “Made in Brianza”.

Con la chiusura della storica campionaria briantea, a fine 2010, il CTB ha dovuto fermare l’attività, ma oggi si ripresenta con rinnovato slancio, in una nuova sede, con uno statuto conforme alle moderne esigenze, con nuove idee e progetti rivolti alla promozione delle numerose eccellenze territoriali, guardando agli indotti turistici.

Rimane infatti quanto mai viva essenza primaria del progetto del CTB che, come riportato nello statuto, intende promuovere il territorio ai fini turistici, esaltando il valore delle centinaia di eccellenze presenti in Brianza, dall’enogastronomia all’artigianato, concorrendo anche alla tutela, al mantenimento e al risanamento di questo ricco patrimonio ambientale, culturale, sociale, storico e imprenditoriale.

Il nuovo gruppo di lavoro, formato da imprese e professionisti che operano nel settore della comunicazione e degli eventi, si è messo all’opera nei mesi scorsi: in primo luogo, ha rivisto lo statuto, incrementando i confini operativi in riferimento alle affinità culturali ed imprenditoriali delle tre grandi aree briantee (la Brianza Monzese, la Brianza Comasca, la Brianza Lecchese, dalle Groane a Ovest all’Adda a Est, dal confine con la metropoli a Sud fino al limite dei laghi a Nord); ha quindi spostato la sede nel cuore della Brianza; ha poi puntato sulla necessità di avvalersi dei new media come primari strumenti di informazione e ha messo in cantiere la prima importante iniziativa: un portale interamente dedicato al “bello” e al “buono” del territorio, www.brianzapiu.it.

Il nostro obiettivo è quello di riformulare il concetto della rete formata da qualificati operatori che puntano sulla qualità dell’offerta come valore primario per promuovere il territorio e muovere flussi turistici, anche in vista di Expo 2015sottolinea Carlo Gaeta, Presidente del ConsorzioLa Brianza, o meglio le nostre belle Brianze, hanno la fortuna di possedere un inestimabile patrimonio ambientale, artistico e culturale, senza dimenticare le tipicità di numerose produzioni artigianali ed enogastronomiche.
Il CTB vuole promuovere manifestazioni, eventi ed iniziative d’interesse ambientale, culturale, ricreativo e turistico atte ad animare e arricchire il grande comprensorio delle Brianze, facendo vivere le tante eccellenze produttive ancora presenti sul nostro territorio.
Non abbiamo presunzioni e non siamo in competizione con nessuno. Anzi, vogliamo integrarci e collaborare con le varie realtà associative e imprenditoriali già attive. Crediamo che oggi più che mai sia importante fare squadra.
Quindi attraverso il portale delle eccellenze guardiamo ad un’organizzazione comune per il coordinamento dell’attività dei consorziati in merito allo studio e alla promozione di iniziative volte all’individuazione di mercati locali, nazionali ed esteri interessati all’attività delle nostre imprese. Il CTB deve diventare un punto d’ incontro tra il grande pubblico, oggi sempre più WEB dipendente, e le imprese brianzole DOC, raccolte in un unico portale di facile consultazione, arricchito dalle informazioni relative ai numerosi eventi che si svolgono sul territorio. Brianzapiu sarà on-line da fine novembre”.

Possono essere ammessi come soci del CTB le società commerciali, le imprese, gli enti privati o pubblici, le associazioni, i professionisti e le persone fisiche e giuridiche che, per l’attività concretamente svolta e per l’esperienza acquisita, possono contribuire alla più proficua realizzazione degli scopi consortili, riferiti in particolare alla promozione del Made in Brianza e del turismo sul territorio brianteo.

Mi piace ricordare che le quote di adesione al Consorzio saranno praticamente simboliche e anche l’accesso al portale avverrà previo il pagamento di una quota annuale che possiamo definire “anticrisi”. – conclude il presidente CTB Gaeta

Il nostro primario scopo è quello di mettere insieme un significativo gruppo di soci in grado di esprimere i valori qualitativi della Brianza e avviare il portale, che potrebbe presto trasformarsi in una APP consultabile attraverso smartphone e tablet. Raccolte le adesioni e organizzati i canali informativi per coinvolgere direttamente il pubblico, anche con pagine attive sui social media, sarà naturale il percorso che porterà all’organizzazione di eventi e manifestazioni con l’apporto diretto dei consorziati”, conclude il Presidente CBT Carlo Gaeta.
FullSizeRender

FullSizeRender(2) FullSizeRender(1)

 Posted by at 13:11
Translate »